venerdì 27 maggio 2016

Quell'amore imperfetto.




Mariangela Ciceri
Counselor Professionale Avanzato - ricevo in Alessandria.
Se vuoi una consulenza puoi inviarmi una mail  a: cicerimariangela@gmail.com
Se invece desideri fissare un appuntamento: 347.58.74.157


Innamorarsi è un'esperienza che tutti si aspettano di fare.
Entra a far parte dell'immaginario fin da piccoli e con il passare del tempo, a seconda del senso di autostima percepito, facilita o condiziona le relazioni con il possibile partner.
Quando «vediamo» l'altro e ci sentiamo attratti (da un insieme di caratteristiche sia fisiche che emotive) la prima cosa che pensiamo è che possa rispondere alle nostre aspettative d'amore.
Accanto alla persona in carne ed ossa ecco allora «comparire» quella immaginaria, che non ci va vedere ciò che in realtà è ancora ben nascosto: un difetto, una caratteristica, un tratto caratteriale...
Tutto sembra andarci comunque bene, nonostante quella vaga sensazione di vivere un'esperienza più irreale che concreta, fatta di sguardi, labbra sfiorate, sorrisi condivisi, complicità.
E se l'altro o l'altra fanno o dicono cose che potrebbero non piacere, ci diciamo, che vanno ugualmente bene, perchè anche noi, in fondo, siamo esseri imperfetti.
Questo comportamento è caratteristico dell'innamoramento.
La fase in cui si vedono solamente le doti, si cerca di dare il meglio di noi, si indossa l'abito migliore, si comprano, per l'occasione, un paio di scarpe o un profumo che possano valorizzarci al meglio.
Ci sono tuttavia relazioni che dopo questa prima fase, utile, necessaria, ma contenuta in un periodo soggettivo, nonostante si rivelino inutili o inadeguate al nostro bisogno di amore, vengono portate avanti, trascinate anche quando si è in perdita e la stima di noi, comincia ad essere così indebolita da farci dire che: «non potremmo meritare di meglio» oppure «le cose cambieranno e torneranno ad essere come la prima volta che ci siamo incontrati».
Sono le relazioni «impossibili» quelle che sopravvivono solamente perchè uno dei due desidera essere legato e innamorato all'immaginario che si è costruito dell'amore.
Persi o invischiati in qualcosa che ferisce più che sostenere, si cercano soluzioni, compromessi, convinti che non si potrà amare altri che la persona che abbiamo conquistato.
Si confonde la paura di restare soli o di sentirci respinti con un sentimento che poco ha a che vedere con l'Amore.
Vittime della nostra idealizzazione dell'altro, ci precludiamo la possibilità di andare oltre, di rimetterci in gioco, di predisporci a nuovi amori.
Mettiamo al sicuro sentimenti, paure e certezze in una gabbia dalla quale osserviamo l'altro senza la lucidità di comprendere cosa e quanto in due potremmo costruire assieme.
Mescoliamo l'amore con un sentimentalismo che nuoce, attratti da ciò che vorremmo e siamo convinti di poter trovare, nonostante la parte più autentica di noi, sappia che questo non è possibile.
Usiamo una fantasia perchè temiamo di non poter vivere un amore reale, di non esserne all'altezza. Evitiamo di dare un significato all'essere in due, di progettare una vita in due.
Osserviamo, senza vedere per davvero l'altro, e insistiamo nel dare significato a relazioni che lo hanno perso da tempo.
Inseguiamo il mito della perfezione, pur sapendo che non esistono, nella vita reale, amori perfetti. Ma la gabbia entro cui abbiamo messo al sicuro sentimenti e paure, ci permettono di osservare, senza essere pienamente coinvolti, la fantasia dell'amore, attorno al quale costruire presente e futuro, a volte solo per poterci dire: «questa volta ho trovato l'amore della mia vita» e smettere di cercare ciò che è un Bisogno per tutti: qualcuno che ci sostenga, ci apprezzi per come siamo, si prenda cura di noi, e con un abbraccio possa aiutarci a lasciare fuori il mondo.







Copyright © 2016 Mariangela Ciceri L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via e-mail, saranno immediatamente rimossi.

Nessun commento:

Posta un commento